Come questa tabaccheria italiana sta affrontando l’emergenza COVID-19

Mentre molti negozi al dettaglio hanno chiuso per tutta la durata dell’emergenza COVID-19, altri sono stati designati come negozi di prima necessità e sono rimasti aperti per soddisfare le esigenze delle loro comunità. Tabaccheria Pellegrino, negozio partecipante a Wish Local, è uno negozio che continua a servire i clienti in questi tempi incerti. 

Situata a Pescara, la Tabaccheria Pellegrino è a conduzione familiare e gestita dal 1962. I fratelli Carla e Lino Pellegrino hanno ereditato l’azienda dalla madre nel 1985 e vendono prodotti di tabaccheria, biglietti della lotteria e ricariche del cellulare. Pescara è in quarantena dal 9 marzo 2020, ma i Pellegrini sono stati informati che la loro attività è stata autorizzata a rimanere aperta come servizio essenziale. Lino è grato di poter uscire ogni giorno, ma sente l’enorme peso del rischio per la salute che queste uscite pongono. «Sto vivendo con preoccupazione per la consapevolezza che potrei causare problemi ai miei cari nel caso di infezione anche se abbiamo adottato tutte le precauzioni ma il rischio è sempre in agguato».

Dal momento che l’Italia ha interrotto la lotteria e altri giochi che richiedono agli individui di soffermarsi all’interno dei negozi, i Pellegrino hanno dovuto adattare la loro attività. Stanno vendendo più prodotti di tabaccheria rispetto a prima, incoraggiando i clienti a fare la scorta per evitare uscite più frequenti. Inoltre, stanno inoltre gestendo più bollettini postali, durante l’emergenza, infatti, molti scelgono di pagare i bollettini nei negozi come la Tabaccheria Pellegrino invece che all’ufficio postale. Evitando lunghe file in affollati uffici postali, i clienti mettono se stessi e gli altri a un minor rischio di contagio, visto che la Tabaccheria Pellegrino limita l’ingresso ad un solo cliente alla volta. 

Già prima della pandemia, la Tabaccheria Pellegrino era partner di Wish Local, godendo di successo come punto di ritiro e approfittando della prima ondata del programma Wish all’Ingrosso. «Ho avuto un buon riscontro, ho venduto la maggior parte gli oggetti presi», afferma Pellegrino. Lino stima che il 20% dei clienti di Wish Local che hanno ritirato ordini presso la tabaccheria, siano diventati clienti abituali del negozio e che il 40% ha fatto acquisti al suo negozio al momento del ritiro. Pubblicizzando la propria affiliazione a Wish Local sui social media e utilizzando le grafiche fornite da Wish, il negozio ha avuto una spinta tangibile sia nel giro di clienti che nelle vendite. 

 Di fronte all’incertezza Lino mantiene il suo spirito positivo «Pensando che tutto finirà al più presto e potrò finalmente poter uscire in moto e continuare la mia Mission in B.A.C.A.».  (Pellegrino fa parte di B.A.C.A., una non profit internazionale che mira a prevenire gli abusi sui minori.) Un altro consiglio che dà agli altri partecipanti a Wish Local è di «Non scoraggiarsi mai e pensare che tutto finirà al più presto se tutti facciamo la nostra parte».